Storytelling: i contenuti che coinvolgono

Storytelling: i contenuti che coinvolgono

Perché comunichiamo raccontando storie?

La narrazione è  una delle pratiche più antiche ed efficaci della buona comunicazione ed i motivi sono semplici. Narrare una storia significa permettere a chi ti ha scelto di sentirsi catturato  e coinvolto emotivamente. Gli elementi che permettono il coinvolgimento sono tanti. Immagini, parole, suoni, video, colori , ed è proprio tramite lo storytelling che questi elementi esprimono a pieno le loro potenzialità.

Nel mondo della comunicazione lo storytelling è fondamentale. I Social hanno permesso a questo strumento di diventare il metodo più collaudato per coinvolgere e fidelizzare i fan online. Stiamo parlando di Digital Storytelling, ovvero la creazione di racconti multimodali . Il digital storytelling si avvale di numerosi linguaggi ed è qui che sta il suo potenziale. Possiamo utilizzare un  linguaggio verbale, testuale,  e ancora infografiche, illustrazioni e video. Bisogna sfruttare tutti i poteri della narrazione e le potenzialità che ha per veicolare più efficacemente dei messaggi, instaurare un legame empatico e raccontare attraverso una storia il perchè si dovrebbe scegliere proprio te. Non venderai mai nulla finchè provi a convincere, anzichè raccontare con una storia, il perchè dovrebbero sceglierti. Di seguito uno schema che da un esempio di come consumatore e brand possono interfacciarsi tra di loro.

STORYTELLING

Storytelling come opportunità strategica

Lo storytelling ha avuto origine negli Usa intorno alla fine del XX secolo, come strategia di Gestione aziendale e di Marketing, e lo si fa in moltissimi ambiti: economia, diritto, giornalismo, comunicazione d’impresa, pubblicità,  marketing.  E’ stato ampiamente utilizzato anche in ambito politico, esempio lampante sono le campagne di Barack Obama che hanno fatto ampiamente uso di queste tecniche.
In ambito educativo la pedagogia si è interessata dello storytelling per comunicare idee, esperienze, conoscenze e dare interpretazioni significative della realtà.

Questo complesso strumento di comunicazione ha la capacità di raccontare in modo emozionante, coinvolgendo direttamente i consumatori e facendoli avvicinare al marchio. Chi ha scelto di dedicarci del tempo ne deve giovare, sentirsi sedotto e catturato. Deve nascere nella mente del tuo potenziale cliente un ricordo positivo del tuo Brand. Quando si inizia a raccontare il proprio Brand con una storia, che sia a voce o per iscritto o ancora per immagini, si stabilisce un vero accordo. Da un lato il narratore si aspetta di essere compreso dal pubblico, dall’altro il pubblico si aspetta che il narratore produca qualcosa di comprensibile ed emozionale. La mente si dimostra più recettiva ed invogliata a ascoltare, interiorizzare e magari identificarsi, per poi ricordare e trasmettere i valori del nostro messaggio.  Questa regola è fondamentale nella comunicazione. Will Eisner, guro della narrativa per immagini, ne parla in diversi suoi testi.

In conclusione, quella di raccontare storie è una esigenza naturale degli uomini, un processo innato. La mente umana è abituata a rielaborare più facilmente le informazioni sotto forma di racconto. Se si tratta di immagini poi, le elaboriamo 60.000 volte più velocemente dei testi. Questo perchè siamo “pensatori visivi”, e ricordiamo l’80% di quello che vediamo in confronto al 20% di quello che leggiamo. I numeri parlano chiaro. Narrare per immagini, foto, animazioni ecc. serve a trasmettere informazioni in modo che vengano ricordate più facilmente.

Di seguito uno dei miei esempi preferiti di Storytelling pubblicitario che coinvolgere emotivamente, e allo stesso tempo mostra le potenzialità tecniche dell’iPhone. Poi oggi ho visto in una vetrina il primo albero di Natale quindi siamo anche in tema.


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *